LA DISCRIMINAZIONE POSITIVA GENOCIDIO DEI BIANCHI

 

 LA DISCRIMINAZIONE POSITIVA GENOCIDIO DEI BIANCHI
Ogni volta che mi sono rivolto a voi, in questi lunghi anni, mi sono concentrato sulla nostra sopravvivenza.
La terribile lotta prima che si perda per sempre.
Ma parliamo del futuro che ci aspetta, non tanto a noi, ma alla nostra progenie.
Quali sono i nostri sogni?
Che tipo di mondo vogliamo costruire?
Ve lo dico io!
Sarà un mondo come quello che ha plasmato la nostra razza in Europa.
Un mondo di foreste, montagne laghi e fiumi.
Non un mondo di cemento, asfalto e rifiuti.
E’ al posto dei settemilioni di negri e meticci, che sempre di più aumenteranno, che la infestano attualmente dopo averla invasa,  immaginate un continente abitato da cinquecento milioni di Europei bianchi, intelligenti, sani, nobili uomini e donne che vivono e lavorano in armonia e unità.
Questo è il mondo che vogliamo.
Il sogno che ci mantiene forti.
Questa è la Nazione che possiamo costruire assieme.
Se prendessimo milioni di persone di razza bianca e li mandassimo ad invadere l’intero continente africano, come lo chiamerebbero?
GENOCIDIO!
Ma che sta succedendo in ogni nazione bianca del nostro pianeta?
La discriminazione positiva!
Che toglie lavoro ai bianchi, l’aborto che uccide i bambini bianchi,
i diritti degli omosessuali, che distruggono le famiglie bianche.
Lasciate che vi spieghi una cosa.
Diversità è una parola in codice.
E’ una parola che significa GENOCIDIO dei bianchi.
This entry was posted in Articoli. Bookmark the permalink.