BLOG


Facebook Post

Unable to display Facebook posts.
Show error

Error: Unsupported get request. Object with ID '299154543437469' does not exist, cannot be loaded due to missing permissions, or does not support this operation. Please read the Graph API documentation at https://developers.facebook.com/docs/graph-api
Type: GraphMethodException
Code: 100
Please refer to our Error Message Reference.

One Response to BLOG

  1. steveTO says:

    Gli Italiani, quelli che ancora non sono caduti vittime delle illusioni mediatico-politiche propinate ad ogni piede sospinto e con ogni mezzo possibile, dovrebbero averlo capito: il Paese è allo sfacelo economico, politico e sociale. Distrutto da una politica che in ogni ambito ha fallito riducendosi a mero zerbino di lobby straniere e pseudo “europeiste”, in realtà interessate al solo arricchimento economico a discapito dei paesi che vi hanno incautamente aderito. Nessun giovamento si è tratto dal susseguirsi di figure politiche che hanno offerto esclusivamente il paese al ludibrio pubblico, portando il dibattito politico a discutere di questioni che nemmeno lontanamente avevano a che fare con l’interesse dello Stato e degli Italiani. Passato il teatrino del berlusconismo, con relative crociate moraliste da parte di avversari e opinionisti di sorta, adatte ad alimentare il palinsesto e nulla più, siamo passati alla presenza degli pseudo-eroi, i salvatori della Patria: ebbene costoro sono forse riusciti a risollevare la Nazione e apportare una svolta visibile e tangibile ai problemi socio-economici del Paese? La risposta è sotto gli occhi di tutti: mentre la politica si abbandona ad un girone orgiastico di promesse-riforme-tagli, la realtà quotidiana vede il dramma dei disoccupati e i suicidi dei senza lavoro.
    Il Parlamento ed il Senato della Repubblica sono ridotti ad un circolo ricreativo in cui vige il più becero personalismo mascherato anch’esso dallo sforzo intellettivo che i “nostri” rappresentanti dichiarano di fare per portare l’Italia fuori dalla crisi. Scandali (di che possiamo ancora scandalizzarci?) coinvolgono ogni mese politici, amministratori e imprenditori, riportandoci ad uno scenario pre-1992. Il vero interesse per la “cosa pubblica” è stato prostituito al mercato dell’interesse personale, perseguito in ogni più subdolo modo possibile da chiunque, senza distinzione di appartenenza all’uno o all’altro schieramento. Il dibattito in aula e fuori si è trasformato in un reality show in cui l’unica cosa che conta sembra essere la capacità di plagiare la platea con promesse o parole che fanno dell’uomo politico attuale più un attore da farsa che un soggetto davvero preparato e consapevole del suo ruolo.
    Oggi però vi è un importante aspetto che dovrebbe farci riflettere e svegliare le tante, troppe, intorpidite coscienze: i giovani, coloro che potranno prendere in mano le redini della Nazione, sono sfiduciati, non credono più in un futuro sereno e costruttivo. Come potere avere fiducia nei nostri “governanti”? Come poter intraprendere scelte di studio ponderate se non si ha la certezza del domani lavorativo e professionale? La vera rivoluzione deve ripartire dagli Ideali e dai Valori veri, di cui i giovani devono rappresentare l’Avanguardia intellettuale per poter, una volta pronti, rifondare la politica italiana senza più infiltrazioni nocive di alcun tipo e garantire una svolta definitiva e forte che sappia coinvolgere tutti gli Italiani nell’impegno morale e nel lavoro per il futuro di questo nostra Patria. S.Z.

Lascia una risposta